Archivi tag: tunnel vegetale

Giocare con la Natura – 11.02.2014

Adesso mostro alcuni esempi di come si possa giocare con la Natura.  Iniziamo da un gioco che sfocia spesso in vera e propria arte: l’Arte topiaria.    ImmagineE’ una forma di scultura vegetale che consiste nel potare alberi e arbusti in modo da dare loro una forma ben definita, diversa da quella che assumerebbe la pianta naturalmente.  E’ una pratica che esisteva già nell’antichità e continuiamo a sviluppare anche adesso.  Qui a fianco vediamo uno splendido esempio di danzatori realizzati in un Parco francese.                                 Il secondo esempio riguarda una aiuola che è stata realizzata dentro aiuola-a-forma-di-pinocchioil Parco Collodi, in Toscana.  Alle aiuole si possono dare varie forme e colori, a seconda della fantasia del giardiniere, o di chi progetta l’aiuola.   Ma a volte la Natura fa tutto da sola, come nel terzo esempio che propongo: un tunnel vegetale in Ucraina.   Nel piccolo villaggio di Klevan la Natura ha trasformato il passaggio delle rotaie di un treno all’interno di un bosco, in questo tunnel che è diventato l’ attrazione turistica più visitata dei dintorni.    Il tunnel, interamente fatto di alberi e piante rampicanti disposti in maniera tale da poter assumere letunnel-verde-ucraina-etunnel-verde-ucraina-c sembianze di una galleria, cambia diverse cromie di verde di stagione in stagione.   Anche in inverno  i rami spogli dalle foglie si trasformano in un vero e proprio tunnel di ghiaccio.   E visto che sono di gran moda le pareti verdi verticali, finiamo mostrando  una di queste.  Corso Ticinese Siamo a Milano in Corso di Porta Ticinese, e il muro anonimo di un edificio è stato ricoperto con una enorme parete verde che, in più, è stata impostata come un originale spazio pubblicitario, forse l’unico modo per mantenere giocoforza la parete curata e rasata.    I benefici del verde in città li conosciamo tutti (miglioramento del microclima circostante, depurazione dell’aria con produzione di ossigeno, attenuazione dei rumori, e molti altri), ma quello di farci diventare simpatica la Pubblicità, proprio non l’avevamo ancora considerato !