Aula all’aperto – 13.12.2013

Parliamo ancora dell’aula all’aperto, della quale ho già parlato nel mio post del 09.12.   E’ una mia piccola idea fissa: realizzare nei cortili o negli spazi verdi delle nostre scuole elementari un’aula in più, che possa diventare nella bella stagione lo spazio dove a turno le diverse classi, o gruppi di studenti di classi diverse, svolgono alcune attività che al chiuso non si possono fare (usare l’acqua, la sabbia, perchè no il fuoco con le dovute cautele).  O semplicemente uno spazio aperto dove organizzare la classica ora di lezione in un ambiente “diverso”.    Ma siccome spesso le immagini valgono più delle parole, vediamo qualche esempio:                                              scuola all'aperto 6Esempio 1 – Cominciamo da quello apparentemente più banale.  Il prato intorno alla scuola, una maestra appassionata e i bambini seduti sull’erba . Son capaci tutti ? Ma lo fanno in pochi ! Voglio dire che per prima cosa dovrebbero gli insegnanti cambiare mentalità … i bambini gradirebbero sicuramente molto !

aula all'aperto 3

Esempio 2 – Proviamo allora a stimolarli questi insegnanti, fornendo loro qualche idea, perchè diventino essi stessi promotori di richieste in tal senso, e mi verrebbe da dire, perchè inizino a prenderle.   L’aula all’aperto dell’immagine qui a sinistra è stata realizzata anche come laboratorio sperimentale di giardinaggio per una scuola elementare nel Comune di Pioltello – MI.  L’intervento è l’esito finale di una sperimentazione di architettura partecipata condotta nelle scuole elementari  di quel Comune ( F.A.Q. Studio con collabor. archh. A. Ganz e G. Ferri).                                                                                                                                   Esempio 3 – Con la immagine riprodotta qui a destra ecology-of-colours-g (2)siamo in Inghilterra, nel cuore dell’isola ecologica nel Parco di Darford, e la struttura è stata progettata per custodire il Parco e per essere usata come aula multifunzionale all’aperto.    Dedicata tra le altre cose anche a laboratorio per tinture, studio d’arte, spazio di osservazione della fauna, casa sull’albero ….   Qui bisogna spendere qualche soldino in più, ma non poi così tanti. E’ costruita tutta in legno, e con l’aiuto di un papà falegname e uno muratore, non sarebbe poi “un’impresa” realizzarla anche nei cortili delle nostre scuole ! E poi perchè in giro per l’Europa questi soldi li spendono e da noi no ?

2 pensieri su “Aula all’aperto – 13.12.2013

  1. Luciano

    Il bello di queste due idee di architettura all’aperto (quella di Milano e quella di Datford) è che danno una struttura a quella che sembra un’idea banale (la scuola all’aperto), ma che è più difficile di quanto appaia. Perchè all’aperto la “dispersività” è molto più alta e si rischia che tutto si “frantumi” nello spontaneismo infantile. Invece, fornendo una struttura, il pericolo diviene senz’altro minore!

    Rispondi
    1. mitem

      Mi verrebbe da dire che al di fuori dell’aula tradizionale l’insegnante ha un lavoro più difficile, perché l’aula interna alla scuola non è soltanto un luogo fisico, ma anche un luogo mentale, in cui il bambino associa a quello spazio i ruoli di alunno e di insegnante. Come osserva Luciano, se un luogo all’aperto è strutturato in modo da disegnare uno spazio, ciò può essere d’aiuto agli alunni e agli insegnanti, in quanto anche pochi ed evocativi elementi (una pavimentazione o una copertura o dei paletti) possono ricreare l’idea di un “dentro” e di un “fuori”.
      A queste osservazioni forse scontate, aggiungo che l’immagine della maestra che fa lezione all’aperto mi ha fatto pensare all’importanza, in quel caso, dell’albero. Credo che l’aula all’aperto si potrebbe strutturare in modo molto interessante mischiando elementi manufatti con elementi naturali viventi, come gli alberi, che hanno un forte richiamo evocativo e simbolico. L’albero non richiama tanto l’idea di uno spazio chiuso, quanto quella di uno spazio protetto e confinato. Una “classe con gli alberi” o addirittura una “classe di alberi” ?

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...